Come avvengono le selezioni?
Ogni agenzia di animazione ha sviluppato un proprio sistema di selezione, basato su procedure e metodi ritenuti idonei allo scopo.

Generalmente i metodi più utilizzati sono:
1. Stage
2. Casting
3. Colloquio

In questa pagina intendiamo fornire alcuni consigli generali per affrontare al meglio ciascuno di questi step. Indipendentemente dalla metodologia che ogni società utilizza, TUTTE richiedono il tuo Curriculum Vitae, ovvero il tuo “biglietto da visita”.

CURRICULUM
Moltissime agenzie , per facilitare questa operazione, hanno predisposto all’interno del sito dei form per la compilazione on line e l’invio automatico.

Il primo consiglio è quindi quello di seguire questa procedura perché ti dà la garanzia di aver fornito tutte le informazioni ritenute importanti dall’azienda e sarai sicuro che il curriculum verrà scaricato e letto dagli addetti.

Se l’agenzia non ha predisposto un form o se ritieni che il form sia insufficiente a descrivere il tuo percorso professionale (come ad esempio per chi ha maturato una lunga esperienza in ruoli tecnici o direttivi) allora dovrai compilarlo autonomamente ed inviarlo via fax, via posta o via mail (in questo caso utilizza l’indirizzo proposto dall’agenzia).
La cosa più semplice per compilare il tuo curriculum è
quello di utilizzare il formato europeo.
In ogni caso non dimenticare mai di:

Fornire tutti i tuoi dati anagrafici (data e luogo di nascita, indirizzo completo di residenza e domicilio, codice fiscale)
Fornire tutti i recapiti (telefono fisso, cellulare, indirizzo mail) indicare il tuo percorso formativo (scuole e università frequentate, corsi anche dilettantistici)
Riassumere le tue esperienze lavorative, dalla più recente alla più remota, indicando l’anno, l’azienda e il ruolo ricoperto. Se sei alla prima esperienza lavorativa indica anche esperienze semplici come piccoli lavori estivi o occasionali, esperienze di volontariato in oratori, associazioni sportive, culturali, ricreative, hobbystiche.
Citare gli interessi, hobby, abilità (trattandosi per molti della prima esperienza lavorativa questi dati sono importantissimi per tracciare il profilo delle tue potenzialità e iniziare ad ipotizzare il ruolo di impiego)
Indicare realisticamente il livello di conoscenza di lingue straniere
Specificare il periodo di disponibilità lavorativa

STAGE DI ANIMAZIONE
Lo Stage di animazione è sicuramente la metodologia
migliore
per poter capire ed affrontare la stagione di animatore turistico.

Ti permetterà di capire (sicuramente meglio che un colloquio di 30 minuti !) la “serietà” della società per cui a che fare, la tipologia di lavoro e potrai meglio capire le tue caratteristiche per scegliere il tuo ruolo lavoro d animatore semplicemente se questo non è il tuo lavoro…
Può avere nomi diversi (provino, seleformazione ecc.) e durate diverse (un week end o una settimana) a seconda delle agenzie.

Con questo termine intendiamo tutte quelle forme di selezione che non prevedono un rapporto uno a uno (selezionatore - candidato) ma vedono un gruppo di selezionatori impegnati con un gruppo di candidati in attività pratiche.

Queste attività hanno, in genere, lo scopo di mettere in luce per ciascun candidato:

Le effettive competenze professionali
L’attitudine al lavoro di gruppo
La predisposizione ai rapporti umani
La capacità di controllo della competitività
La capacità di adeguamento a stili e ritmi della vita da villaggio.
I metodi utilizzati dalle agenzie possono essere molto diversi: ci sarà chi vuol farvi credere di essere finiti in un capo di addestramento dei marines e chi invece in un gruppo di amiconi di vecchia data. Non preoccupatevi troppo, non fate dietrologia e seguite questi semplici consigli:

Non farti intimidire
Renditi disponibile per tutte le attività proposte
Sii puntuale

Ricorda che è sempre una selezione, non una vacanza o una gita di classe e, anche in questo caso, ricorda che una corretta relazione deve essere paritaria. L’esperienza ti servirà a conoscere più da vicino la vita del villaggio e, in particolare, lo stile della società di animazione.
Domandati se è effettivamente è un lavoro o una società che fa per te!

Alcune aziende propongono questa ultima fase a pagamento. Non è a priori un segnale negativo, soprattutto se la cifra è ragionevole. Vi consigliamo però di riflettere prima di imbarcarvi in avventure eccessivamente costose...
Animatore turistico: un'esperienza unica e straordinaria Animazione turistica: un lavoro entusiasmante
     
CASTING
Il casting o provino è una metodologia intermedia tra lo stage di selezione (che generalmente occupa un week end o una settimana) e il colloquio classico di 30/40 minuti.
Nel casting si ripercorrono le presentazioni, le prove , i test degli stage di selezione ma tutto compresso nell’arco di una sola mezza giornata. Iniziano verso le 10 del mattino per terminare verso le 18. Sia per i ragazzi che vogliono entrare a far parte del mondo dell’animazione siaselezionatori, il casting dà maggiori informazioni del colloquio.
Come per le altre metodologie di selezione:
• Sii te stesso
• Non farti intimidire
• Renditi disponibile per tutte le attività proposte
• Sii puntuale
Casting animatori
COLLOQUIO
E’ la metodologia meno consigliata per coloro che alla prima volta si interfacciano al mondo dell’animazione
, perché in 30/40 minuti diventa davvero difficile capire cosa vuol dire “animazione turistica” da parte tua e altrettanto difficile per il selezionatore capire chi sei, le tue caratteristiche, ecc.
.
Alcune società propongo il colloquio prima e lo stage dopo…ma spesso scartano persone già in sede di colloquio senza averle visionate realmente in azione o aver permesso a TUTTI di “potersi metter in gioco”!
In genere la convocazione avviene telefonicamente, ma può essere anche per mail o lettera. Accertati dell’ora, del luogo e informati su come arrivare e avvisare in caso di ritardo o indisponibilità improvvisa.

A questo punto:
Sii puntuale
Presentati con il tuo abituale look, ma curato.
Porta eventuale documentazione cartacea o fotografica delle tue esperienze più significative
Sii il più possibile spontaneo e naturale
Non rispondete a monosillabi ma cerca di sviluppare un discorso dalle domande poste
Evita risposte banali, luoghi comuni e superficialità
Non esagerare e non sminuire le tue qualità e, soprattutto, non cercare di “fare gli animatori” con il selezionatore.
Ma attenzione…
Se è vero che un colloquio di lavoro serve all’azienda per farsi un’idea di te, è altrettanto vero che serve a te per farvi un’idea dell’azienda per la quale potresti lavorare.
Si tratta di una relazione paritaria durante la quale ci si devono scambiare informazioni veritiere e reciprocamente utili.

Quindi diffidate di chi:
Dimostra smaccati atteggiamenti di superiorità (potrebbe essere lo stile organizzativo e dirigenziale di tutta l’azienda)
Vi costringe ad anticamere interminabili (non ha rispetto per voi e non sa organizzarsi)
• Monopolizza la conversazione (di fatto non vi ascolta e vuole che voi ascoltiate lui, forse per vendervi qualcosa)
Si dimostra reticente a fornirvi informazioni cui avete diritto (modalità del prosieguo dell’iter di selezione, possibili destinazioni, ruolo ipotizzato, tipologia di contratto, forchetta retributiva, modalità di pagamento)
• Minimizza le vostre esperienze, capacità e competenze (è anche questo un modo per porvi in inferiorità)

In genere diffidate anche di chi fa colloqui solo telefonici; sono giustificabili solo nel caso in cui siate interpellati per una sostituzione immediata in corso di stagione, non certo per la formazione iniziale degli staff.
Casting per animazione turistica

Clicca sulle foto per ingrandirle
Selezioni per animatore turistico
     
Planet Villager
E-mail: info@planetvillager.com